LAB. TRADED30: Marina Rullo e il sindacato

Ciao a tutti, ecco di seguito le quattro domande rivolte a Marina Rullo e che hanno fatto da guida per il discorso di ieri  (seguite dal link per rivedere la lezione). Sinceramente pur conoscendo abbastanza la materia ho trovato molto utile e interessante sapere cosa, in concreto, può offrire il sindacato a un traduttore. Fatemi sapere…

1)La figura del traduttore in Italia è prevalentemente freelance, quali contratti e quale istituzioni tutelano specificatamente il suo lavoro?

2)Qual è la situazione del sindacato per i traduttori in Italia? (da quando esiste, che tipo di rappresentanza offre, esistono più realtà sindacali, numericamente quanto è rappresentativo, ha attualmente accordi con AIE  o altri associazioni professionali)

3)il traduttore che si occupa di opere d’ingegno, di creatività e quindi di editoria è protetto dal diritto d’autore? In che modo? Come possiamo concretamente tutelare il nostro lavoro di traduttori? Puoi darci alcuni consigli pratici?

4)Oltre a situazioni istituzionali come il sindacato, esistono associazioni di professionisti o luoghi (fisici o virtuali) dove si può confrontarsi sulla professione del traduttore editoriale-letterario, puoi consigliarcene

 

http://emea86969094.emea.acrobat.com/p33695589/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: